Evento a Villa Souchon

3 Mag 2024

Località

Fossano (CN)

Proprietà

Residenza privata

Ingresso

Residenza privata - Non visitabile
"C’è più piacere a fare un giardino che a contemplare un paradiso."
- Anne Scott-James

Un dejeuner sur l’herbe a Villa Souchon (via della Cartiera 47, Fossano – CN) insieme a Fondazione Time2 

Domenica 5 maggio, la residenza privata Villa Souchon aprirà le porte del suo giardino per ospitare un’occasione di scoperta e incontro con Fondazione Time2, realtà piemontese fondata da Antonella e Manuela Lavazza. La Fondazione lavora per promuovere i diritti dei giovani con disabilità nel passaggio all’età adulta.

Tra i propri progetti, Fondazione Time2 promuove un gruppo di trekking: 40 giovani con disabilità che hanno l’opportunità di esplorare suggestivi luoghi del Piemonte.

Il 5 maggio, l’evento di trekking farà tappa a Villa Souchon in collaborazione con Web Garden. Questo permetterà ai partecipanti di scoprire un luogo unico: il giardino ideato dall’ingegnere Paul Souchon, insieme alla moglie Marie Bernard e all’architetto Valabrega. Le geometrie che caratterizzano il giardino sono complementari e armoniche con quelle della casa e l’assetto paesaggistico, pur essendo di inizio 900, si rifà alla filosofia dei giardini “après Le Notre” (paesaggista della Reggia di Versailles). Il giardino è un esempio di fantasia e armonia dove la natura nel fondersi con la casa dona al visitatore l’impressione di trovarsi davanti un quadro di un impressionista dell’800.

L’evento non solo offrirà la possibilità di esplorare questo gioiello verde, ma rappresenterà anche un momento di incontro tra gli associati di Web Garden e i partecipanti al trekking di Fondazione Time2. Sarà un’opportunità piacevole per discutere di temi legati alla disabilità e all’inclusione nella splendida cornice di Villa Souchon.

Foto e Video di Marco Beck Peccoz



Galleria d’immagini

Casa Luzi – Torino

“ La poesia concreta in architettura ci offre un modello di mediazione del tutto nuovo tra noi stessi e il mondo in cui viviamo” - Ian Hamilton Finlay

Leggi di più