Nei giardini dell’Eternità

Dai sicomori dell’Antico Egitto, da cui la dea Nut versava sui defunti l’acqua dell’immortalità, al cipresso del mito greco di Ciparisso, giovane amante di Apollo trasformatosi in albero per aver causato la morte del suo cervo addomesticato: da allora e per sempre immagine di lutto e tristezza. E oggi? Dopo secoli di raffinati orti funerari, pensati con intelligenza e curati con sacralità, ci si affida al mercato, che sceglie le specie più durature o quelle a fioritura autunnale. Come gli splendidi crisantemi: in Asia sinonimo di matrimonio, in Italia di cimitero.

Giardini sul tetto del mondo

Poche cose colpiscono l’immaginazione come l’ambiente montano che alla base è ricco di una vegetazione rigogliosa e verde ma man mano che si sale gli alberi diventano più radi fino a scomparire e a quel punto oltre a rocce e neve, troviamo solo le piante alpine.

Regine d’acqua

Ninfee e loto, regine magnifiche ed inaspettate delle acque impure, ricordano entrambe la possibilità che la natura ci offre di dare vita ad un miracolo anche nelle condizioni più umili e avverse.

Il Luogo Segreto

Dedicarsi al giardinaggio come atto di vita: il giardino di cui dobbiamo avere cura rimanda sempre a un altrove: luogo privato dello spirito o spazio fisico destinato a pochi; talvolta, rifugio soltanto per noi stessi, che quell’angolo di bellezza dobbiamo scoprire e meritare, mantenendone intatta la meraviglia.

Edilizia ecosostenibile e orti verticali

Recuperare spazi verdi all’interno del tessuto urbano non solo è ormai da anni un imperativo per quanto concerne l’aspetto climatico e ambientale, ma è anche divenuto uno strumento per porre nuovamente al centro della progettazione la qualità di vita dei cittadini, il loro benessere psico-fisico e per rispondere alla sempre più sentita necessità di riscoprire un senso di comunità e partecipazione di vita collettiva. 

Il regno glaciale della biodiversità

A 1.200 chilometri dal Polo Nord sorge lo Svalbard Global Seed Vault, il «Deposito globale di semi delle Svalbard». La più imponente banca dei semi al mondo, una vera e propria cassaforte della biodiversità.

I tulipani di Rembrandt

Simbolo della fama, dell’amore perfetto e della vita ideale, il variopinto e fiero tulipano proviene dalle opulenti corti dell’impero ottomano.

Incontro con Marco Segantin

Marco Segantin è un visionario. Un uomo che è riuscito a fare della sua passione un mestiere che lo ha portato e lo porterà ancora in tutto il mondo. Il suo Atelier Fleuriste di Chieri (Torino) è la sua casa e i collaboratori la sua famiglia: Web Garden è andata a visitarlo e le emozioni visive e olfattive sono state indescrivibili. Appena entrati siamo rimasti meravigliati per tanta bellezza, eleganza e serenità. Uno scrigno magico che emana creatività in ogni stanza e in ogni angolo.

La rinascita: il mandorlo in fiore

Il fiore di mandorlo è fra i primi a sbocciare, talvolta ancora nel tardo inverno ed è per questo che da millenni la sua fioritura è emblema di speranza e rinascita. È così che ogni anno, nei primi giorni di marzo, nella Valle dei Templi di Agrigento, si celebra l’arrivo della nuova stagione con la contemplazione dell’incredibile e poetico spettacolo della distesa di mandorli fioriti.