Erbari una preziosa risorsa

di: Federica Tabbò
Gli Erbari possono rappresentare oggi una risorsa preziosa per gli studi sui cambiamenti climatici, sulle modalità di conservazione e per la medicina.
‹‹

Gli erbari come risorse per lo studio sui cambiamenti climatici, sulle modalità di conservazione di specie anche molto rare e per la medicina.

››

Gli erbari come preziose risorse per la nostra società.

Proviamo a sostenere questa tesi raccontandovi del secondo erbario più grande al mondo, ovvero quello ospitato dal Giardino Botanico di NY City : l’erbario William and Lynda Steere ospita 7,8 milioni di esemplari di piante e funghi, che rappresentano la biodiversità di ogni continente. 

Ma cos’è effettivamente un erbario e perché è importante?

‹‹
La costruzione di un Erbario.
Un lavoro di precisione e attenzione
››
Possiamo dire che si tratta di una raccolta di piante secche, pressate e fermate su fogli di carta bianca. È il più semplice metodo di conservazione delle piante allo stato secco e permette quindi la conservazione indefinita delle forme e delle strutture, anche se deformate dalla compressione.

il più semplice metodo di conservazione delle piante

Ciò che la nostra vista cattura nella stanza di un erbario, come quelle del Giardino Botanico di New York è la sensazione di attraversare una sorta di biblioteca botanica in cui osservare esemplari che vengono selezionati per le ricerche contemporanee ma anche afferenti al contesto storico e alle stranezze di questo particolare mondo. Come ad esempio il fiore cadavere o aro titano, di cui possiamo osservare la voluminosa fioritura viola appiattita sul foglio di carta ma che ci rimanda alla sua storia “in vita”: un esemplare che può pesare diciotto chili, essere alto un metro e mezzo e odora di carne in decomposizione.

Ecco perché l’orrido nome.

Incredibile scoprire come le tecniche di conservazione e catalogazione siano le medesime da secoli. Ogni foglio campione, risalente al 1700, è organizzato con l’esemplare pressato ed essiccato, note dettagliate su dove e quando è stato trovato, il suo ambiente e una descrizione del suo colore prima che sbiadisca. 

Le modalità seguite, così rigide e precise, hanno inoltre permesso di attuare un immenso lavoro di digitalizzazione in maniera rapida e sistemica: una volta inserito nell’archivio digitale, l’esemplare viene riposto negli armadi dell’erbario climatizzati.

Le immagini ad alta risoluzione risultanti sono accessibili agli scienziati e al pubblico attraverso l’erbario online. “NYBG è stato un leader nella digitalizzazione dei suoi esemplari di piante“, dice il Dott. Matthew Pace, assistente curatore presso l’erbario. “Lo scopo è quello di rendere i nostri esemplari il più ampiamente conosciuti possibile.” 

Fondamentale è il lavoro svolto nella sala di montaggio, prima tappa del processo, per cui gli esemplari vengono “staccati” da giornali stampati, proveniente da quasi tutto il mondo e disponibili in quasi tutte le lingue. Il delicato processo di posa della pianta o del fiore “è qualcosa che combina conoscenza scientifica e abilità artistica”, sostiene sempre il Dott. Pace. 

Ecco che arte e natura si intrecciano con la protezione e la sopravvivenza di tutte queste specie. Ecco perché gli erbari possono rappresentare oggi una risorsa preziosa: grazie al meticoloso lavoro che viene svolto in questi centri specializzati e coi dati che ci vengono messi a disposizione possiamo effettuare studi sui cambiamenti climatici, sulle modalità di conservazione di specie anche molto rare o invasive per la natura, addirittura per la medicina.

Leggi anche

Dai sicomori dell’Antico Egitto, da cui la dea Nut versava sui defunti l’acqua dell’immortalità, al cipresso del mito greco di Ciparisso, giovane amante di Apollo trasformatosi in albero per aver causato la morte del suo cervo addomesticato: da allora e per sempre immagine di lutto e tristezza. E oggi? Dopo secoli di raffinati orti funerari, pensati con intelligenza e curati con sacralità, ci si affida al mercato, che sceglie le specie più durature o quelle a fioritura autunnale. Come gli splendidi crisantemi: in Asia sinonimo di matrimonio, in Italia di cimitero.

Web Garden

© 2021 Web Garden